A cinque anni dalla prima scossa, dopo anni di stallo l’attività dell’attuale e quarto commissario straordinario al sisma 2016 Giovanni Legnini ha dato un’importante accelerazione, grazie soprattutto ai nuovi strumenti, specie le ordinanze speciali, per superare cavilli e burocrazia. Al momento su più di 80 mila edifici lesionati stimati, di cui la metà nelle Marche, le domande per la ricostruzione di abitazioni e attività produttive sono cresciute oltre quota 20 mila, per un importo che sfiora i 5 miliardi e mezzo. Dal report diffuso dalla struttura commissariale emerge che dall’avvio della ricostruzione sono stati ultimati 5 mila interventi su edifici, con 12 mila case ricostruite. In corso 5 mila cantieri.