ANCONA – Proprio nei giorni in cui si chiudono le indagini con ipotesi di reato che vanno dall’epidemia colposa alle lesioni per i focolai dell’estate 2020 in alcuni grandi locali della Sardegna, è’ attesa questa settimana la data per tornare in pista: sono tra gli ultimi a riaprire i locali da ballo. Troppi pregiudizi, dice Francesco Sabbatini Rossetti, rappresentante dell’associazione italiana imprese di intrattenimento da ballo e di spettacolo nelle Marche. Quello dei locali da ballo è un nodo ancora da sciogliere da parte del Governo anche se la prospettiva sarebbe quella del primo luglio, emergono perplessità dal Comitato Tecnico Scientifico, con la variante Delta del virus che rappresenta una nuova minaccia. Riaprire, dunque, ma con criteri certi, con l’ipotesi green pass per l’ingresso come ha anticipato il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. Accelerare e ripartire in sicurezza, dice l’assessore al commercio e vicepresidente delle Marche Mirco Carloni.