Il partito democratico quasi alla vigilia delle primarie per l'elezione del nuovo segretario nazionale nelle Marche guarda alla data del 26 febbraio anche per scoprire quale sarà il nome del nuovo segretario regionale. A essere precisi qui la carica va declinata al femminile perché a contendersi il titolo sono Michela Bellomaria e Chantal Bomprezzi. 41 anni, ex operaia ora operatrice sanitaria e vicesindaco di Cerreto d’Esi la prima, 32 anni, ricercatrice universitaria con un dottorato in giurisprudenza e consigliera comunale di opposizione a Senigallia la seconda entrambe vengono dall'anconetano e chi vincerà prendere la guida del partito dopo due anni di commissariamento.

Delineati gli schieramenti dei sostenitori, Bomprezzi può contare sull'appoggio di numerosi sindaci tra cui quelli di Osimo e Jesi, a esprimersi a favore di Bellomaria sono stati invece la prima cittadina di Ancona e il sindaco di Castelplanio. Quest'ultima però ha riscosso maggior successo tra i consiglieri regionali a sostenerla anche il capogruppo Pd in regione Maurizio Mangialardi nonostante al suo secondo mandato come sindaco di Senigallia avesse nominato Chantal Bomprezzi tra gli assessori della sua giunta. Oltre a lui ci sono Andrea Biancani, Micaela Vitri, Anna Casini e Fabrizio Cesetti. Mentre la consigliera comunale di Senigallia può contare sull’appoggio già dichiarato dei consiglieri regionali Antonio Mastrovincenzo e Romano Carancini.

Domenica si vota nelle varie città dalle 8 alle 20. Possono farlo «tutti i cittadini iscritti alle liste elettorali con un documento di identità e la tessera elettorale».