Sono in corso gli appuntamenti sui territori, in attesa dell’approdo in consiglio regionale prima di Ferragosto e poi l’entrata in vigore a gennaio 2023 della riforma della sanità varata dal governo Acquaroli. Lo scontro politico tra maggioranza e opposizione sarà inevitabile: secondo il Pd con il commissario Losacco la nascita delle 5 aziende sanitarie territoriali e la scomparsa dell’Asur non risponderanno ai bisogni dei cittadini e il provvedimento potrebbe essere addirittura impugnato a livello nazionale. In questa fase è in corso il confronto, in vista della riorganizzazione, con gli operatori sanitari: qui siamo a Senigallia.