A Cantiano, nel Pesarese, a 4 giorni dell’alluvione ancora strade invase dal fango e un lavoro ancora immenso da fare. Qui come a Senigallia e negli altri comune che corrono lungo la Valle del Misa, dove nella notte tra il 15 e il 16 settembre si è scatenato l’inferno. In campo oltre ai Vigili del fuoco e al personale della protezione civile, in arrivo anche da altre regioni.  Per ora non verrà coinvolto l’esercito, dice l’assessore Aguzzi.