Oltre 50 anni di agricoltura spazzati via dalla violenza del Misa. Per Alberto e il nipote Alessandro Agarbati, che gestiscono l'azienda e il vivaio per la coltivazione di fiori e ortaggi a Casine di Ostra, è tempo di fare un'indicativa stima del danno. Con un ammontare sei o sette volte più alto rispetto all'alluvione del 2014. E adesso per ripartire Alberto chiede sostegni alle imprese