Il bar di piazza non c' è più, i vestiti del negozio di abbigliamento sono da buttare, i documenti della banca e dell'anagrafe un ammasso di melma. Dal fango emergono qua e la i frammenti della vita di prima, un quadro, una poltrona, un quaderno di scuola. In un borgo ancora sommerso di melma, il sostegno arriva ogni giorno dai volontari, sono gli angeli di Cantiano, in 400 sono arrivati qui lo scorso fine settimana, ma anche in questi giorni feriali molti salgono fino a qui: studenti, insegnanti, persone che hanno preso un giorno libero dal lavoro o che decidono di dedicare il giorno di riposo ad aiutare gli altri. "Sono loro gli unici che danno una mano, qui siamo abbandonati", dicono a Cantiano.

 

 

Servizio di Laura Meda, Filippo Pesaresi