A Jesi i funerali di Andreea Rabciuc, la 27enne di Jesi ritrovata morta il 20 gennaio scorso in un casolare a Castelplanio a due anni dalla scomparsa. Le lacrime di mamma Georgeta, il ricordo degli amici, “chi sa parli”, chiedono in una lettera dedicata alla ragazza.

E' mamma Georgeta all'uscita dalla Chiesa a far volare i palloncini bianchi verso il cielo, quel cielo da dove ora Andreea la saluta e la guarda. in una lettera preparata dagli amici più stretti e letta in chiesa alla fine della cerimonia  Andreea saluta la sua amata mamma, chiedendole, dopo tante lacrime, di provare a trovare un po' di pace. 
mamma Georgeta annuisce e piange, consolata dal compagno che non smette mai di abbracciarla e di tenerle la mano. In tanti  affollano la cattedrale di San Settimio a Jesi per ricordare quella ragazza che sorrideva sempre e amava gli unicorni. A raccontare chi fosse Andreea la toccante lettera preparata da Alessandro e Marzia, “"impossibile accettare che Andreea non ci sia più, impossibile accettare un mondo in cui manca il suo sorriso generoso, quello che destinava a tutti”
Assenti alla cerimonia funebre il papà della ragazza, che vive in Spagna, e gli ex fidanzati, compreso Simone Gresti che resta, ad oggi, unico indagato per la sua morte, ancora avvolta del mistero. Andreea scomparve il 12 marzo 2022 dopo una festa e venne  ritrovata cadavere ad appena 500 metri di distanza in un casolare a Castelplanio il 20 gennaio scorso. “Chi sa parli”, chiedono con forza gli amici di Andreea.

Servizio di Laura Meda