Numeri destinati a crescere quelli che descrivono l'arrivo dei profughi ucraini ad Ancona. Dell'accoglienza si occupano direttamente le prefetture, le persone che arrivano e non hanno parenti o amici da cui appoggiarsi vengono ospitate o nei centri d'accoglienza straordinaria o nei posti del sai il sistema d'accoglienza e inclusione nazionale di cui fa parte anche il comune dorico.