La giunta del comune di Ancona ha approvato  una variazione di bilancio che assegna 900 mila euro di parte corrente a undici direzioni. Le entrate della spesa corrente sono determinate dall’andamento positivo dell’attività di Anconambiente, che stima un utile di esercizio, che sarà presto rendicontato, di oltre 600 mila euro e che ha consentito al Comune l’utilizzo parziale della propria riserva di bilancio. Inoltre è considerata l’entrata di 100 mila euro della rimodulazione delle tariffe col bonus statale nidi e una lieve rimodulazione del fondo crediti esigibili.

Poco meno della metà dei 900 mila euro, 407 mila, verrà impegnata per la Cultura e servirà in parte a finanziare anche la prima tranche del bando destinato alle associazioni che entro oggi dovevano presentare i loro progetti e le loro richieste. A questa cifra si aggiungono 35 mila euro per le politiche giovanili e universitarie.

Tra le somme più significative della variazione sono previsti inoltre 140 mila euro per le manutenzioni ordinarie del territorio, 100 mila per la manutenzione delle spiagge, 45 mila per la manutenzione ordinaria degli impianti sportivi, a cui si sommano 10 mila euro per le attività sportive.

E’ stata infine prevista una serie di implementazioni di minore importo per turismo, nidi ed eventi.

Per quanto riguarda la parte in conto capitale, la variazione ha registrato l’ingresso di contributi molto consistenti della Regione Marche e dell’Autorità portuale, rispettivamente di 2 milioni e 1 milione di euro, con i quali la città si prepara velocemente ad accogliere il G7 Sanità attraverso manutenzioni stradali, del verde e interventi di decoro urbano.

“Questa è una prima importante variazione – afferma il vicesindaco e assessore al Bilancio Giovanni Zinni – che dimostra che la filiera di governo c’è e che riesce a mettere maggiormente in moto direzioni che erano state penalizzate nella redazione del bilancio di previsione. Il bilancio del Comune di Ancona è perfettamente in equilibrio e in salute dal punto di vista amministrativo. E’ del tutto evidente però che dal punto di vista politico abbiamo la necessità di poter fare di più e, considerato che vogliamo realizzare il nostro programma di mandato, siamo quotidianamente alla ricerca di nuove entrate, che in parte abbiamo già individuato e per le quali ci saranno ulteriori variazioni nel corso dell’anno. In politica non esiste la perfezione, ma la coerenza di risultato e noi cercheremo in tutti i modi di portare a casa più risultati possibili, consapevoli delle difficoltà”.