ANCONA – La nascita come naturale slancio fisico verso il futuro, una ricerca di movimento e leggerezza in grado di portare in un’altra dimensione. Per tutti, quella oltre la pandemia. E si trovano nel luogo dell’attesa le opere del fotografo Salvemini al reparto di ostetricia e ginecologia dell’ospedale di Civitanova Marche. Ne parla il direttore Di Prospero, con accanto la coordinatrice ostetrica Mirella Buccioni.