"Chiudiamo ora per non chiudere per sempre": i cantieri edili delle Marche, compresi quelli della ricostruzione post sisma del 2016 si fermano clamorosamente. Continuare a lavorare costa di più alla aziende rispetto a restare chiusi.