7 km, 10 minuti d'auto, tanto dista la casa di Giuseppe Lenoci a Monte Urano dalla Termoservicegas di Fermo, l'azienda di termo idraulica presso cui il ragazzo stava svolgendo un tirocinio. Il giovane che avrebbe compiuto 17 anni il prossimo 21 aprile è rimasto ucciso in un incidente stradale a oltre 100 km di distanza, a Serra De Conti. Viaggiava sul furgone della ditta come passeggero. Insieme a lui alla guida un dipendente della stessa azienda, un uomo di 37 anni, rimasto ferito.

Giuseppe si trovava lì in tirocinio, nell'ambito del percorso di formazione che stava frequentando presso il centro artigianelli di fermo, un percorso che lo avrebbe portato a diventare idraulico. Però ribadiscono a più riprese gli zii, Giuseppe lì non doveva  starci.

La procura di Ancona ha aperto un'inchiesta per omicidio stradale, in attesa del rapporto dei carabinieri. Intanto sono in corso verifiche per appurare cosa prevedesse la convenzione stipulata tra la società Termoservicegas e l'istituto Artigianelli. Bocche cucite per ora sia presso la scuola che presso l'azienda. Qui oggi davanti alla sede sostano diversi furgoni, furgoni come quello su cui ha perso la vita Giuseppe, durante quel tirocinio di cui lui era tanto entusiasta, quel tirocinio che gli avrebbe permesso di realizzare il suo sogno, quello di diventare idraulico.

 

 

 

Servizio di Laura Meda