Le esalazioni tra fine dicembre e inizio febbraio possono essere ricondotte all’attività della raffineria. È quanto si legge in una relazione dell’Arpam inviata ai sindaci di Falconara, Camerata Picena, Chiaravalle, Monte San Vito e Montemarciano. Che ora chiedono interventi immediati