COLLI AL METAURO – Quella della famiglia Zandri tra le onde maledette di Fano è una tragedia che ha toccato comunità intere. Famiglie, amici, conoscenti e non solo. Martedì alle 16,30 alla Chiesa di Santa Croce a Calcinelli, frazione di Colli al Metauro sono in programma i funerali di Davide Zandri, papà di 44 anni, operaio metalmeccanico e del figlioletto Fabio di 8, che sono annegati lo scorso sabato mattina, nel mare grosso da bandiera rossa, mentre mamma Stefania disperata chiedeva aiuto, vicino alla spiaggia dei Fiori, sul litorale della Gimarra. Salvato l’altro figlio di 12 anni, Luca, grazie ai bagnini e all’esperto di primo soccorso Enzo Maggi, accorso dallo stabilimento vicino. Il ragazzino è ancora ricoverato al pediatrico Salesi di Ancona, per un principio di annegamento ma ce la farà. A Colli Al Metauro sarà lutto cittadino. Fa sapere il sindaco Pietro Briganti: “C’è sgomento nella nostra comunità. Il Comune resterà vicino alla famiglia, dove a lavorare era solo il papà”. Davide e Stefania hanno anche un altro figlio adolescente, il più grande, che quella maledetta mattina non era al mare con il resto della famiglia. Il Comune è stato anche informato di una raccolta fondi on line lanciata da amici e parenti per sostenere la famiglia. “C’è grande solidarietà e desiderio di aiutare”, conferma il sindaco Briganti. Sarà lutto cittadino anche a Terre Roveresche, comune d’origine a Orciano di Davide Zandri. "Interpretando il sentimento di profondo cordoglio dell'intera cittadinanza, – informa il Comune – il sindaco, Antonio Sebastianelli, con un'ordinanza ha proclamato il lutto cittadino per martedì 12 luglio, in occasione dei funerali. Tutti i pensieri sono per mamma Stefania che ha visto la sua famiglia distrutta in pochi minuti. La perdita del marito e poi le angoscianti ricerche, durate 9 ore, per recuperare dagli scogli il corpicino del piccolo Fabio. Rimasta sola, con due figli da crescere.