Tutta Italia in attesa per la finale degli Europei di calcio. Se c’è però una capitale ideale è Jesi, città d’origine di Roberto Mancini, allenatore degli azzurri. Ci si prepara con il maxischermo al Palatriccoli, come avvenuto per le scorse partite e altri schermi allestiti in diversi punti della città. Ha spostato la messa Don Federico Rango della parrocchia di San Sebastiano, del quartiere Prato, quello di Mancini. Qui si vedrà la partita insieme con panini e cocomero per tutti, vicino al campetto dove l’allenatore ha tirato i suoi primi calci. Attenzione però sul versante sicurezza e normativa anti Covid: rafforzati i dispositivi su tutta la provincia come indica il prefetto di Ancona Darco Pellos.