A Staffolo il primo “Muro della Memoria” per le vittime del terrorismo e delle stragi.

Staffolo, Comune di duemila persone che ha dato i natali all’autista e scorta di Aldo Moro, Domenico Ricci, costruisce il primo ‘Muro della memoria’ in Italia, con tutti i 381 nomi delle vittime del terrorismo e delle stragi.

Appuntamento il 18 settembre, perché proprio lo stesso giorno del 1924 nacque l’appuntato Ricci, morto a 44 anni nella strage di via Fani il 16 marzo del 1978. Nel giorno dell’anniversario della sua nascita, sarà il figlio di Domenico, Giovanni, in prima linea sul fronte della memoria degli Anni di piombo a inaugurare il primo muro della memoria (lungo 8 metri, formato da 8 lapidi) alla presenza di autorità civili e militari.

Sarà l’occasione per inaugurare anche il monumento ‘Noi ricordiamo’ realizzato dallo scultore Massimo Ippoliti con i ragazzi del liceo Artistico Mannucci. Per il taglio del nastro arriveranno autorità civili e militari, e sarà letto un messaggio del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.