Nei programmi elettorali non c'è spazio per il welfare, nessun programma su sanità e assistenza, questo l'allarme lanciato da Don Vinicio Albanesi, presidente della Comunità di Capodarco. "Ultimi sempre più dimenticati – spiega – si rischia una società spaccata in due". 
 

Rincara la dose Don Vinicio Albanesi, presidente della comunità di Capodarco di Fermo, che conta, oltre a quella marchigiana, altre 12 sedi sparse su tutto il territorio nazionale, impegnate a stare a fianco dei più fragili, dal mondo della disabilità alla tossicodipendenza, alle problematiche legate ai minori.

Nei giorni scorsi la comunità, fondata nel lontana 1966, aveva organizzato un incontro sul tema del "welfare umano" con i leader nazionali dei partiti. Nessuno ha dato conferma e l'incontro è saltato. Non si parla più di welfare, spiega Don Vinicio, e questa sempre maggiore disattenzione al welfare, conclude, allontana sempre più persone dalla politica: molti infatti non andranno a votare, spaccando di fatto la società a metà.

 

 

 

Servizio di Laura Meda