“La magia è successa. Il simbolo della mia olimpiade? Il gesso. Un oro è un’impresa di quelle che tutti sognano. Senza quel gesso sarebbe stata una vittoria diversa, vale molto di più, più di mille ori normali. Non pensavo di poter vivere un’emozione simile, sentivo il cuore esplodere in pedana”. Con queste parole Gianmarco Tamberi, travolto dall’affetto degli amici e della gente a Fiumicino, ha provato a descrivere le emozioni del ritorno in Italia. Intorno i cori ripetuti degli amici che hanno scandito a più riprese “Ci hai portato con te sulle vette del mondo, l’oro è tutto per te, goditi questi sogno”. Ed ancora abbracci per una festa durata in aeroporto oltre un’ora