Una cinquantina nell'Anconetano gli infermieri no vax tornati alla professione dopo la revoca della sospensione. Il loro reintegro non colma però il deficit della carenza del personale in corsia. Il punto del presidente dell'Ordine delle professioni infermieristiche di Ancona Giuseppino Conti