Al via alla seconda fase del progetto “C19-screendog” promosso dall’Univpm. Lo studio prevede l’addestramento di sei cani che attraverso i fiuto riusciranno a individuare le persone positive al covid19.