Scongiurati i licenziamenti per i distretti del calzaturiero e del tessile per le Marche, si tratta ora di fare un passo in più: ragionare di futuro più a lungo raggio.
Poi ci sono i settori in cui licenziare si può – la meccanica su tutte – con gli ammortizzatori sociali, però, che possono proteggere i lavoratori.
Infine i settori che sono ripartiti come l’edilizia, dove però è la qualità del lavoro a fare la differenza.

Il termometro dell’occupazione marchigiana, dunque, nelle parole di Cristiana Ilari, segretario regionale Cisl…