Giornata di buone notizie per il cratere. Tirano un sospiro di sollievo i molti cittadini che nel post sisma avevano trovato alloggio presso gli immobili di edilizia residenziale pubblica. Negli ultimi mesi si era sparsa la voce che queste famiglie non potessero usufruire del cas, e che dunque dovessero addirittura restiuire quando già ottenuto negli anni scorsi. Circostanza ora chiarita dalla regione, sì al cas anche per loro.

Dal privato al pubblico, ottime notizie anche per comuni ed enti pubblici. Dopo il mancato inserimento nella finanziaria prima e nel decreto milleproroghe poi, il governo ha finalmente decretato la sospensione del pagamento dei mutui concessi agli enti locali del cratere, un risultato ottenuto grazie anche al lavoro dell'anci, spiega la sua presidente Valeria Mancinelli.

Comuni che tirano un sospiro di sollievo dunque e che guardano anche con ottimismo al futuro. Gare, appalti e obblighi connessi con il PNRR non saranno più un problema. Con la recente riorganizzazione dell'Ufficio Speciale per la Ricostruzione, spiega l'Assessore Regionale Guido Castelli, arriverà infatti anche una nuova sezione distaccata dedicata esclusivamente ai lavori pubblici.